ON INSTAGRAM

lunedì 16 marzo 2015

godiamoci questo momento

"Godiamoci questo momento."
"Mi piace questo lato di te."
"Sono anni che vivo ricorrendo a questi trucchi.
I lati positivi è meglio tenerseli stretti."
Banana Yoshimoto





E' passato un bel po' dall'ultimo post, quasi un mese. Non è la prima volta che passa così tanto tempo, anzi a volte anche di più. Ma dopo l'entusiasmo e la magia di Verdi non c'era molto da dire! 
Anzi, poco da dire e qualcosa da cancellare! Ieri c'era la BAM io ero iscritta alla Mezza, ma ho bigiato. 
Dopo la Maratona c'è stato un po' un calo fisico e mentale. Vuoi che tante energie erano state riposte in quel giorno, c'è stato un calo. In più gli attacchi virali che a ♥E♥ non fanno una piega, alla sua mamma fanno un po' di danni! Visto che la piccola di casa è una roccia e non da soddisfazione questi si dicono "abbiamo fatto tanta strada dall'asilo...dobbiamo pur prendercela con qualcuno..." ecco appunto!

Poi però raggiungi il fondo del calo fisiologico e reagisci! 
Per fortuna, o almeno ci proviamo. Vuoi che ieri dal divano vedevo i post da Barcellona e sapevo di Ela che nonostante tutto non molla mai un colpo e si faceva la Maratona a Brescia, e io? E io basta poltrire! 

Così stamattina ho portato ♥E♥ all'asilo, fatto un po' di desperate housewife e mi sono picchiata fuori i miei leggins nuovi e via. Avevo detto un'ora sola o 10k, scegli tu, parlando ovviamente da sola. 
E allora partenza tranquilla, asfalto bagnato e si sente! E metto nelle orecchie la playlist di Salsomaggiore e inizio a scalpitare e mi piace. Così metto a ripetizione fino allo sfinimento quella canzone delle T.A.T.U. che non so perchè ma mi fa questo effetto dopante, la canzone della Corsa con la C. E gli ultimi km volano a 4.50 a 5.05 e sempre sotto i 5.09.

Chi conosce i miei tempi sa cosa vuol dire! 
Orgoglio puro, soprattutto dopo lo stop fisico e mentale. 
Ma. 
Non sono solo i numeri, sono le emozioni e i "brividi" che mi sono arrivati oggi. Questo conta. Il voler fare di nuovo progetti, il non essersi arresa neanche questa volta ed essere ripartita prima che si andasse troppo giù. In ogni caso rimango della mia idea che questi "periodi di calo" vadano vissuti, non ignorati o affrontati con rabbia, ma vissuti semplicemente. Perchè tutto passa e in qualche modo ti rivela sempre qualcosa. Se andasse sempre tutto "bene" non avremmo molto da imparare è attraverso le avversità e le sfide che scopriamo chi siamo o almeno ci proviamo.

E ora si puntano le sveglie, la tamarra è tornata!

Nessun commento:

Posta un commento