ON INSTAGRAM

venerdì 25 luglio 2014

toc toc.. è arrivato tom tom



"Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che 
possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile."
Francesco d'Assisi



Sorpresa! Ecco qui in un post su FB le mie due belle sorprese del 2014. 


 

Di Brooks e il concorso happy blogger vi ho già parlato, in questi giorni ho ricevuto la seconda fornitura di appe come le chiama ♥E♥, un bellissimo paio di Ghost. Un ritorno alle origini, con le Ghost ho corso una delle Mezze a cui sono più legata, la Giulietta&Romeo 2013. Quindi martedì sera è stata una bella emozione infilarle nonostante la stanchezza e l'allenamento un po' lentino!

Ma ecco anche la seconda sorpresa dell'anno.

Qualche settimana fa ho ricevuto una mail, una promo riservata a giornalisti e blogger appassionati di corsa: la possibilità di acquistare al 50% il nuovo Tom Tom Runner Cardio, orologio GPS multifunzione con cardio integrato senza fascia al torace. Ovvio non me la sono lasciata sfuggire e ovvio è stata una piacevolissima sorpresa!

Quindi quando ho visto la foto sopra con la scritta: 

ESTATE! Finalmente sono arrivate le belle giornate, è ora di muoversi!  Corri a scoprire TomTom Runner Cardio e Brooks Glycerin 12 #runhappy

ho pensato ecco la giusta sintesi di questo bell'anno di corsa!  

E' stato tutto un crescendo di belle emozioni.
Iniziare l'anno con 2 Mezze con il mio amico Wolly, a febbraio tesserarsi con i Runner Bergamo che ho sempre considerato persone di un altro pianeta e invece ho conosciuto  tante persone speciali. 
Partecipare per scherzo al concorso della Brooks e vincere, quando non ho mai vinto nemmeno al gratta e vinci o la tombola  a Natale! 
Creare la squadra gialla in pochi giorni per la 12 ore di Curno. 
Potermi permettere di correre corse serie e corse meno serie (StraWoman e FluoRun), ma in ogni caso correre e divertirmi e ogni volta trovare una motivazione o uno stimolo per finirla dignitosamente. 
Trovare chi ha fornito le magliette per Ricky e fare il pacer a settembre alla Mezza di Monza con lui.
...
e tanto altro!

Insomma un anno ricco e tutto per merito della corsa.
Tante cose possono cambiarti la vita, alcune belle altre no. Di sicuro la corsa ha cambiato in parte la mia, ma soprattutto il modo di vederla, la vita.
E ogni volta che inizia una gara tu sai perchè sei lì e ogni volta ringrazi di essere lì e di poter correre con la speranza nel cuore e i sogni nella testa.





sabato 19 luglio 2014

appuntamento superFLUO ?

" Possiamo rinunciare al necessario,
purchè ci sia garantito il superfluo"

Maria Andrea Rigoni



Come dicono i miei colleghi Runners Bergamo, quelli seri: "archiviata con successo anche la Fluo Run..."

Per una volta uso questa espressione anche io, archiviata e sottolineo con successo per la sottoscritta. 
Giovedì 17 alle 21.15 c'è stata in Bergamo la prima Fluo run, corsa di 45 minuti a passo libero rigorosamente in abbigliamento e gadget fluorescenti. Si poteva scegliere il proprio passo: a 5' - 5'30" - 6' o 7' al km. Io mi sono aggregata al gruppo "efficace ed efficiente" del 5'30" e ho terminato portando a casa 8.04 km. 

Un successo, considerando anche la temperatura e l'umidità tropicali.
Peccato nell'assenza dei miei amati ristori, ma ovviamente la corsa prevedeva più un clima festoso che tecnico, in compenso i rifornimenti proteici non sono mancati: tanti i moscerini ingoiati! 
Corsa definita da tanti poco seria, paragonabile alla Strawoman, ma alla fine un'occasione per mettere km nelle gambe. 
Ed evidentemente in queste corse poco serie io do il meglio di me! Ma come diceva Voltaire il superfluo...quanto mi è necessario!
Perchè spesso si ha bisogno di questo, di qualcosa di non impegnativo per ricaricare le pile.

Un'occasione per correre con l'amico Wolly con il quale non correvo da gennaio a Cornate, un'altra occasione divertente per correre con gli amici del martedì, insomma un'altra occasione per correre e stare bene!

Una lunga scia fluorescente ha illuminato la notte, magari non molto pratici i percorsi che si incrociavano, ma sicuramente bellissimo il colpo d'occhio. Bellissimo soprattutto il clima di festa che si è creato intorno alla corsa. 

Fa sorridere come per alcuni fosse una cosa alternativa, abbinare una festa alla corsa. Ma questa corrente di pensiero sta prendendo sempre più piede con tante iniziative diverse durante l'anno, in diverse città.
Fa sorridere chi come me considera la corsa non dico una "festa"  perchè comunque la fatica c'è ovvio, ma l'effetto che ti lascia dopo, la carica e l'entusiasmo che ti rimangono in circolo valgono più di qualsiasi dopo party...

domenica 13 luglio 2014

2 gocce che travolgono!


" Quello che noi facciamo è solo una goccia nell'oceano,
ma se non lo facessimo l'oceano avrebbe una  goccia in meno"
Madre Teresa



Domenica che da soddisfazione!
Oggi era prevista la Mezza allo Stelvio per l'onda gialla, e una buona dose di rappresentanti (di tutto rispetto!) si è presentata alla partenza.
Io per motivi "logistici" famigliari non mi sono aggregata alla spedizione.
Mi sarebbe piaciuto molto partecipare.
Lo Stelvio è da sempre la mia strada preferita in moto, ha il suo fascino in quelle curve uniche. E' una strada a cui sono molto affezionata, tanto che scherzando più volte ho detto che avrei voluto comprare una delle 4 case cantoniere sulla strada, ma quella è un'altra storia, e un altro post!
E ovvio avrei voluto partecipare all'Onda Gialla alla sua prima uscita con le magliette ufficiali.
MA...
Ho avuto anche io la mia dose di salita rigorosamente in maglia gialla.
Quella che doveva essere una tapasciata domenicale si è rivelata per me una gran bella corsa di tutto rispetto.
La temperatura di 14° mi ha dato la sensazione di essere a Bormio nel mio piccolo!
Salite, tanto sterrato e soprattutto tanto fango, salto della staccionata, discese sconnesse insomma non ci siamo fatte mancare nulla!
Il premio per "centra più pozze di fango" credo sia mia, devo aspettare l'esito della classifica ufficiale ma a giudicare dalle mie Brooks ho buone possibilità di farcela.
Ho detto giustamente ce l'abbiamo fatta. Eh già non era sola, una corsa tutta al femminile con Rosa. 2 donzelle che si sono fatte contagiare dal sorriso.
Ci sono domeniche che ti alzi e vai a far colazione in centro con le amiche. E domeniche che ti alzi presto per andare a correre con le amiche. Oggi è stato così. Sveglia alle 6, anche se per la solita emozione la sveglia biologica scatta molto prima! E via all'appuntamento con Ro. Che dire? Che la colazione non è mancata! I ristori più belli e riforniti che qualsiasi corsa mi abbia mai offerto! Quindi io e Ro abbiamo fatto decisamente anche colazione insieme!
Ma non è della nostra impresa alimentare che voglio parlare!O della formagella portata a casa, decisamente apprezzata comunque!
Nella vita c'è sempre da imparare, dicono.
Sapeste nella corsa, rispondo io.
Che poi è la più grande metafora  della vita.
Oggi ho imparato ancora tanto. Che la salita è spesso un blocco mentale. Avere in quei momenti di "difficoltà" Ro davanti mi ha dato tanto. Mai mollare, rallenta al limite della passeggiata, ma non mollare. Vederla li davanti senza esitazione, mi ha spronata e convinto che ce la puoi fare.
"Ci sei?" è stato il leit motiv della mattinata, ci sono. E un immancabile sorriso. Il carburante più potente in certi momenti, nella corsa come nella vita.
Fra i tanti fotogrammi della corsa di oggi c'è il più divertente, io e Ro che superiamo dei runners che esclamano "guarda che passo!"
Ecco da donna la cosa non può che far sorridere e anche piacere! In genere i complimenti che i maschietti rivolgono alle ragazze per strada sono altri, spesso abbinati a fischi o clacson. Invece vi assicuro che oltre alla soddisfazione del sorpasso, (cosa non molto frequente evidentemente per me!) essere apprezzati per le qualità da runner mi fa decisamente piacere!

La giornata è al termine, ma il benessere che la corsa e il sorriso ti lasciano dentro è ancora alto nonostante i doloretti che la salita ti lascia nelle gambe. La spedizione dallo Stelvio è in strada e ha già nuovi programmi, io e Ro abbiamo in programma altre domeniche così... insomma che dirvi, che non mi farò mancare nulla!

sabato 12 luglio 2014

con un paio di lenti rosa...

"Metto gli occhiali rosa,
 così il cielo è più blu, 
le grigie nuvole diventano lilla, 
le gialle foglie dorate e questa vita 
color verde marcio la vedo come una “vie en rose”.




Stamattina è iniziata così con il pensiero di un paio di lenti rosa-fucsia davanti agli occhi invece delle fette di prosciutto, anche se la tonalità del salume è più  o meno analoga... troppa Peppa Pig in circolo!

E' iniziata così leggendo un post sull'entusiasmo e uno sul vedere la vita come una continua vie en rose... nel frattempo ho come sottofondo musicale Adrenalina di Ricky Martin  e la Lopez, direi che la carica stamattina non manca! 

E ci vuole!

Diciamo che gli imprevisti non sono mancati, ma ho contato fino a 10, detto qualche parolina poco derivante dall'Accademia della Crusca e che decisamente poco si addice a una principessa in rosa.  
Ma sappiamo bene che chi scrive non è una principessa! O meglio io sono una principessa diversa, non sono quella che perde la scarpetta e aspetta il principe mentre balla con tutte, io la scarpetta te la tiro in fronte, se balli con qualcuna... e molto probabilmente la mia scarpetta non ha i tacchi, ma o è una A3 o una A0... che non sono ovviamente autostrade.

 

Essere completamente privi di preoccupazioni è impossibile, a meno che si è molto ingenui, molto incoscienti o molto stronzi...secondo me, ma provare a essere ottimisti forse per molti è solo ingenuo di questi tempi. 
Di sicuro può essere contagioso, come l'entusiasmo e un sorriso.
E di sicuro può fare un gran bene.

Quindi domattina oltre agli occhiali con le lenti rosa indosserò anche la mia maglietta gialla di Ricky  e mi lascerò contagiare dal sorriso!

                                                             

venerdì 11 luglio 2014

il mattino ha l'oro in bocca


" Il cervello è un organo favoloso.
Comincia a lavorare dal momento in cui ti svegli la mattina
e non smette fino a quando entri in ufficio. "

Robert Frost




Eccomi qui, un po' in ritardo ultimamente!

Ma è estate, nonostante il meteo instabile e tutto s - corre più lentamente, i ritmi rallentano. Ho scritto volutamente s - corre, perchè anche la corsa rallenta un po'. 

Evitiamo commenti del tipo si ma tanto non sei mai stata una velocista... intendevo dire che rallentano le uscite, divento più pigra. In genere le persone rallentano d'inverno, complice il letargo... o le giornate più corte o il freddo... io faccio il contrario! 
Estate è sinonimo di vacanza, di alleggerire gli impegni e la corsa diventa più leggera... come i risultati!

La sveglia biologica c'è, le gambe un po' meno ho scritto l'altro ieri mattina postando la foto della corsa mattutina... la voglia di correre c'è, ma la pigrizia anche: un bel conflitto di interessi! 
Però su una cosa l'opinione non cambia, dopo stai veramente meglio e ti dici <ma perchè non lo fai tutte le mattine... perchè ho sonno a volte!

Poi arrivano le belle notizie... la Brooks ti contatta e ti dice che ti deve inviare la seconda fornitura di scarpe del concorso happy blogger, e allora ti rimetti in riga! O almeno ci pensi e fai il buon proposito...

Correre presto ha i suoi vantaggi, c'è poco traffico, non fa caldo, la giornata ti sembra più lunga o effettivamente lo diventa! Ed è una comodità oltre che una necessità per la sottoscritta!

Inoltre studi dicono che <la corsa lenta non è stressante e non alza i livelli di cortisolo e adrenalina>.... quindi io non corro alcun rischio di stressarmi! Anzi...
Diventa uno stress quando lo programmi e poi salta, e se salta per pigrizia lo stress è pure doppio, anzi qui parlerei più di incazzatura che di stress! 

Ma non bisogna dimenticare una cosa, correre per me è un divertimento e una valvola di sfogo, se poi arrivano i personal best o risultati soddisfacenti tanto meglio, ma non devo dimenticare la cosa fondamentale per me: il benessere che mi da. 

Che sia all'alba o alla sera, che sia una volta o 3 a settimana... l'importante è andare e non chiedersi perché!

giovedì 3 luglio 2014

a metà cammino


"Il segreto del successo è
 di fare della vostra vocazione
 la vostra vacanza."

Mark Twain 




Vado in vacanza carica di buoni propositi... farò questo, vedrò questo, leggerò il libro che ho iniziato a Natale... e poi? 

E poi relax!

Qualcosa ho mantenuto però, volevo fare il giro del lago di Molveno da sola e l'ho fatto.
Da anni inseguo il giro del lago di Resia, ma non essendo dietro l'angolo, cadendo sempre di sabato e in periodo vacanziero on sono mai riuscita a farlo. Così ho pensato nel mio piccolo di "circumnavigare" il lago di Molveno.
Che dire esperienza fantastica, fatta con un tempo tutt'altro che stabile. Qualche goccia di pioggia, percorso infangato e soprattutto completamente nuovo per me. Così ogni tanto ci stava lo stop al volo per una foto o lo stop a un bivio con tanto di incontro di coppia romana con cartina alla mano che mi chiede indicazioni. 
Gli spiego che sto facendo il giro del lago...
< ma ci vorranno almeno 4 ore!
> ma guardi che saranno si e no 11 km
< appunto un paio di ore...
> no guardi credo che in un'ora dovrei cavarmela!
> noi nn rischiamo, torniamo indietro!


Io ho preferito rischiare! E ho continuato, mi sono sentita un po' Cristoforo Colombo. Stavo facendo una cosa nuova. Ok, ho costeggiato il lago di Iseo con la Sarnico-Lovere, ho corso più volte l'anello della pista, ma la magia di partire in un punto e tornarci, con uno scenario che cambia km dopo km è tutt'altra cosa!
Passare dalla pioggia al sole, dalla strada allo sterrato, dalla salitina che spezza le gambe alle strettoie in discesa con la paura di scivolare... dalla spiaggia con le famiglie al ponte romano, ai fortini di Napoleone, dalla cascata alla diga...tutto da sola....tutto con il riflesso verde smeraldo del lago con le Dolomiti che ti guardano dall'alto.


Il tutto è già un ricordo, ma un gran bel ricordo!
E ora bisogna rimettersi sotto con i buoni propositi, avevamo detto 12 Mezze quest'anno, ricapitoliamo come siamo messi!

(Gare e mesi non sempre coincidono, ma a me serviva portarne a casa 6 fino adesso!)

 Gennaio:
♥ Mezza sul Brembo
Febbraio:
♥ Mezza di Cornate
Marzo:
♥ BAM Brescia
Aprile:
♥ Mezza sul Serio
Maggio:
♥ Sarnico -Lovere
♥ 10.000 di Bergamo
Giugno:
♥ 1h in pista a Curno
♥ Strawoman

Direi che siamo a metà anno e siamo in sella! Anzi sono pure a credito di qualche km, ben venga perchè ora c'è Luglio e Agosto e di ufficiale la sottoscritta non farà praticamente nulla. 

:-)

A parte la Fluo Run il 17 luglio, ma che quelli del martedì non considerano nemmeno come GARB! 

E a settembre le proposte non mancano! E nemmeno le iscrizioni, vi garantisco che ci sono quelle serie!
E intanto sono andate in stampa le magliette gialle... e dovrebbero arrivare a breve!
Insomma anche se lo spirito vacanziero permane nella testa e nelle gambe e ogni tanto si bigia l'allenamento... lo spirito da runner resiste!!!