ON INSTAGRAM

mercoledì 22 febbraio 2012

"La mente del principiante è aperta a molte possibilità.
Quella dell'esperto a poche"
Shunryu Suzuzi



Forse una seconda possibilità va data a tutti. Anche a chi non pensavi che avrebbe avuto una prima possibilità. Ma a volte si esagera: la seconda diventa una terza e così via... non dico solo con gli altri, a volte siamo fin troppo generosi e permissivi con noi stessi. Sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico, giusto? Quindi alle volte bisognerebbe dire basta, sia che si tratti di noi stessi o di altri.
Ci sono persone che non tollerano smagliature o difetti, nelle cose come nelle persone, quindi non si pongono nemmeno il problema di provare ad aggiustare qcosa o un rapporto. Per contro ci sono persone che esagerano, elargendo possibilità anche a chi non le merita non solo nei rapporti di amore o di amicizia, ma anche nella banale quotidianità o sul lavoro.
Saper aggiustare le cose è un'arte, e come tutte le arti o ce l'hai o non ce l'hai. Ci vogliono non solo grandi doti, ma tanta pazienza ed esperienza che si matura dopo tanti errori fatti e subiti. Allontanare i ricordi, gli episodi spiacevoli che ci hanno fatto male, non aiuta a riscattare i sentimenti feriti. Ripararli con cura, invece, consente di “fare ammenda” degli sbagli commessi e di  perdonarsi certe fragilità. Bisognerebbe imparare a giudicare gli altri non per il male o gli affronti che ci hanno fatto, ma dalla loro capacità di rimediare a certi errori. Spesso, invece, perchè trascinati dalla rabbia e dal risentimento tagliamo i ponti anche per la paura di essere nuovamente delusi o feriti o fregati. Addomesticare i sensi di colpa o le delusioni richiede molto tempo ed esperienza, e non sempre si impara. Ma come dopo ogni guerra lentamente si ricostruisce, potremmo imparare a farlo anche noi con le nostre piccole battaglie quotidiane....

Nessun commento:

Posta un commento