ON INSTAGRAM

giovedì 17 febbraio 2011

Un miao massaggia il cuore. S. McMillan

Ho sempre avuto cani, ma da 3 anni vivo in appartamento, con una micia che è in simbiosi con la sottoscritta, e un marito, ma solo oggi ho scoperto l'esistenza della festa del gatto, che è celebrata il 17 febbraio dal 1990. Questa scelta mi dicono non essere casuale, infatti il mese di febbraio è il mese dell'Acquario tipicamente considerato il segno degli spiriti liberi, mentre il giorno 17 è stato scelto appositamente per sfatare tutti i miti che hanno accompagnato la storia dei gatti.

Già Leonardo da Vinci diceva che anche il più piccolo dei felini, il gatto, è un capolavoro. Io ci sono arrivata un po' dopo...! Un gatto è un cavaliere romantico e passionale: elegante nell'atteggiamento, buone maniere e con una passione per i combattimenti corpo a corpo, sfrenate storie d'amore, duelli al chiaro di luna e canti di gioia, insomma il compagno ideale...ecco x' non cambierei mai la mia Coco! Il gatto, se gli piaci ti adotta letteralmente. Chi dice che il gatto è egoista e si lega alla casa e non alla persona, secondo me si sbaglia, semplicemente il gatto in questione non l'ha scelto! Come la volpe del Piccolo Principe, ti sceglie giorno dopo giorno. E la mia Coco mi sceglie ogni mattino alla stessa ora, domenica esclusa, come farà saperlo che non mi deve svegliare il fine settimana?!? E ogni sera aspettandomi davanti alla porta... quindo oggi questa pagina è dedicata a lei e alle sue fusa che ripagano anche la giornata + grigia!

2 commenti:

  1. Un po' in ritardo ma buona festa alla Coco! Toodle Pip invece non è passato a trovarmi oggi...

    RispondiElimina
  2. ...dai, magari ha bisogno di un po' di fiducia come la volpe! o nel weekend ha altri impegni...tu lasciagli una ciotola di croccantini vedrai che prima o poi torna! Coco ringrazia!

    RispondiElimina