ON INSTAGRAM

venerdì 27 maggio 2011

E tu, che paura hai?

Complice un articolo di un settimanale stasera si parla di fobie. Per esempio, quanti di voi sanno cosa è l'aritmofobia o la cianofobia? Fobia dei numeri o della neve....di sicuro io non soffro di koumpounofobia visto che per un po' li ho disegnati e soprattutto appena posso cambio bottoni a tutto!

Ok a parte le fobia più assurde, l'articolo fa riflettere. Perchè la nostra mente è capace di crearsi i nemici non solo più assurdi, ma anche i più forti. Le paure, condizionando le nostre scelte, ci possono rovinare letteralmente la vita, perchè davanti al panico uno che fa? Di solito scappa, evitando così di affrontare la causa della sua paura. Riconosciamo ciò che ci fa bene e ciò che ci fa male e ovviamente evitiamo ciò che ci spaventa o consideriamo pericoloso. Ma così nn si vincono le paure. E' vero che la paura ci protegge, ci difende da qualcosa o qualcno che potrebbe farci male, ma per uscire dal circolo vizioso bisogna anche affrontare le proprie paure, per non farci condizionare la vita! La paura non ha chi sa quale significato simbolico inconscio, ma una paura specifica è legata unicamente alle nostre esperienze, magari sbagliate del passato.  Bisogna allora superarle con gradualità, come un vero allenamento, rispettando i propri tempi e le proprie aspettative.

Nessun commento:

Posta un commento