ON INSTAGRAM

sabato 14 maggio 2011

Quante storie per un colore!

Complice il film "Il cigno nero" mi sono tinta i capelli di nero...ma perchè?

La domana non perchè sia pentita, tutt'altro...anzi mi sa che li farò ancora più scuri, sempre che sia possibile e questo non ha niente a che vedere con l'umore che non è affatto nero, ma allora perchè ci tingiamo i capelli? Si sa che i capelli sono un ottimo strumento di comunicazione involontaria e di attrazione , soprattutto per noi donne restie a tagliarli! Cmq nonostante le bionde siano state icone di bellezza già dall'antichità, (chissà perchè tutte le dee erano bionde o le tipe da calendario di Playboy erano sempre platino....) alla fine i capelli scuri "rappresentano la maggioranza e trasmettono simpatia non minacciante, accompagnata da un’immagine di concretezza e intelligenza". Da una ricerca e' emerso che il colore preferito dai maschi italiani e' il bruno, scelta dettata probabilmente dall’attuale momento storico caratterizzato da preoccupazioni per il presente e da insicurezza per il futuro. Sarà....ma è anche vero che si dice gli uomini preferiscono le bionde, ma sposano le more... cmq il mio cambio di colore non ha nulla a che vedere nè con la "crisi" nè con la competizione con le bionde!
Alla fine il colore dei tuoi capelli è una cosa molto intima. Il colore è la tua energia e quella che trasmetti agli altri. Credo abbia molto di + che a che fare con la tua testa (in tutti i sensi...) e il momento che stai vivendo. Anche nel film emerge il tema del  doppio, il “gemello maligno”, la parte oscura, nascosta a noi stessi, argomento trattato spessimo in letteratura. Non sempre questa parte di noi deve essere per forza cattiva, può essere semplicemente quella parte di noi che ha dubbi, incertezze, che ci rende umani e ci invita a lasciarsi andare, ad aprirsi a quella parte di noi che abbiamo dimenticato durante la nostra ostinata ricerca della perfezione. Perchè come dice il film : La perfezione non è solo questione di controllo. Si tratta anche di lasciarsi andare. Sorprendete voi stessi in modo da poter sorprendere il pubblico....è inutile essere un perfetto cigno bianco, se poi non sai tenere a bada il tuo lato oscuro, bisogna avere il coraggio di  raggiungere dentro di sè la propria parte nascosta e un po' oscura, per potere essere in grado di interpretare le due facce del cigno.
O forse avevo solo voglia di cambiare un po'.... E farmi bionda era decisamente più difficile! Per un po' niente film impegnativi....


 

1 commento: