ON INSTAGRAM

lunedì 8 dicembre 2014

il MIO aforisma, finalmente!

" Affrontare la salita ti rende pù forte.
Iniziare e finire la salita di corsa,
 ti ricorda quanto sei forte."

cit. Valentina Farneti



Piccolino, quasi tascabile, ma per me oggi il pettorale c'era!

So che i puristi della corsa senza pettorale, senza chip, senza la competizione non considerano una 21k una Mezza.

Io non sono una purista.
Ho fatto 21,100 km.
Quindi ho fatto una Mezza a modo mio.

Lo so. Sento già le orecchie che fischiano. 
Mi farò perdonare nel 2015. 
Io quest'anno volevo farne 12, ma non certo per pigrizia non ho potuto farne 12 ufficiali. Pazienza, ma giustamente casa FEV ha la priorità su tutto. 
Così le ultime ce le siamo dovuti inventare.

Cosa volete che vi dica, che io l'impegno ce lo metto indipendentemente dal chip! 
E oggi ne avevo bisogno, per non perdermi.

Periodo un po' critico per la sottoscritta, come spesso capitano a chiunque. Quindi niente allarmismi o noiosi racconti, ma oggi c'era bisogno di una corsa impegnativa, di quelle che fanno male e fanno bruciare le gambe mentre affronti le salite.

Oggi c'era anche la Sgambada dei Runner Bergamo, e mi dispiace non esserci stata anche solo per un saluto o gli auguri di Natale. Ma la mia Mezza l'ho fatta all'alba, e quando voi RB partivate io ero già a casa a dare il cambio a ♥F♥ che anche oggi ha supportato e sopportato la mia scelta. Passerò comunque a fare gli auguri di persona a molti RB per farmi perdonare!

La Mia 21k (chiamiamola così se no a qualcuno viene una sincope...) di oggi è stata tosta, non me l'aspettavo così. Tanta, tanta salita S.Alessandro, le Mura, giù per Astino e poi su per Lavanderio fino a ritrovarsi in Fontana non senza qualche sterrato molto fangoso, e poi Madonna del Bosco. Chi conosce Bergamo sa che sono tutte salite e considerando il bagnato, il fango e le foglie direi che la fatica è stata tanta. La giornata però era splendida, partita con la luna praticamente piena ancora alta... il sole è arrivato mentre salivo le mura. Come uno svizzero era previsto alle 7.48 e lui è arrivato, rendendo il panorama mozzafiato. 
Passare per il centro con ancora il  buio e le luminarie di Natale accese e poco dopo ritrovarsi sulle mura con il sole in faccia... come iniziare meglio le giornate? 
Con un sorriso. E così.

Le salite di oggi mi hanno lasciato tanto, soprattutto visto il periodo. So che oggi la corsa ha messo a dura prova testa, cuore, gambe ed equilibrio. 
Ero sola. 
Ero io. 
E ho affrontato ogni salita con la testa, il cuore e le gambe. 

E alla fine ho pensato sull'ultimo tornante della Madonna del Bosco... la salita mi rende più forte. Ma ogni salita iniziata e finita di corsa mi ricorda quanto posso essere forte.

E ora si pensa alla Regina.
Ciao 2014 anno delle Mezze.



1 commento:

  1. Oggi davvero impegnativa ma noi bergamaschi ce la dobbiamo sempre aspettare e la gratificazione è superiore alla fatica. Sempre.

    RispondiElimina