ON INSTAGRAM

venerdì 22 aprile 2011

Chi ha detto che l'altra metà deve essere sempre la mela?

«Nessuno può completarci. Dobbiamo essere noi a completare noi stessi. Se non ci riusciamo la ricerca dell'amore diventa autodistruzione. E noi ci illudiamo che questa autodistruzione sia amore...»
Erica Jong - "Paura di volare"

Voglio leggere questo libro. La scrittrice è una statunitense forse un po' femminista, sessantottina, rivoluzionaria...(vabè il genere che piace alla sottoscritta) che creò scalpore con questo suo romanzo nel '73 per la franchezza con cui trattò temi come il desiderio sessuale femminile....a parte questo c'è anche altro che mi attira.

La fase riportata è un po' come dire l'altra metà della mela non esiste, puoi torvarne una che combacia più o meno bene, ma non è la perfezione, perchè sencondo me quando tagli una mela, per quanto ti impegni a riattacarla non è più la stessa mela....o no? Un po' come l'ovetto kinder, o l'uovo di pasqua visto il periodo.....per quanto tu sia bravo a romperlo alla perfezione....è pur sempre rotto alla fine, e la sorpresa è andata....non si torna inidetro! E poi chi ha detto che la tua metà deve essere per forza una mela, anche gli innesti, gli incroci sono altrettanto validi...!
Poi ci sono altre teorie, tipo  quella di Fabio Volo  "C'è chi cerca l'altra metà della mela, io sto cercando ancora la mia mezza. Sono uno spicchio di me stesso".  Esattamente, non basta una vita per imparare a conoscere se stessi, impariamo a conoscerci spicchio dopo spicchio, a volte non li conosciamo neanche tutti. Bisogna prima imparare a stare bene con se stessi e poi forse staremo bene con la metà che abbiamo scelto anche se non combacia alla perfezione con noi, perchè ricordiamoci che la perfezione non è la regola, ma l'eccezione!
La vera solitudine non è l'assenza dell'altro, ma la mancanza di noi stessi. Perciò risolviamo prima l'assenza di noi stessi, e poi impareremo a gestire le assenze delgi altri....

Nessun commento:

Posta un commento