ON INSTAGRAM

sabato 25 giugno 2011

Come te, nessuna mai....

"Un gatto affettuoso è il miglior rimedio contro la depressione."
Proverbio giapponese


...e tu lo eri


Già una volta avevo dedicato una pagina del mio blog al gatto. Si sa che adoro gli animali, senza esserne schiava. Non sono di quelli che dice al proprio animale vieni dalla mamma o li fa mangiare al tavolo assolutamente no, ma questo non vuol dire che non voglio loro un bene enorme. Una persona molto cara qualche giorno mi ha detto che io con loro parlo, creo un legame particolare e forte....come con la mia Coco. Con lei è stato tutto diverso sin dall'inizio, una sfida sin dall'inzio. 180 grammi di randagio, più infezioni che pelo, tutti i veterinari che dicevano di "buttarla via".....e io? Armata di buona volontà e penicillina l'ho tenuta con me....sveglia che suonava di notte x allattarla con la siringa e farle le punture di anitbiotico con un ago che era + grande di lei...e lei, la vera guerriera di casa ce l'ha fatta...vedeva il mondo a modo suo con un occhio solo e malandato. Ma aveva lo sguardo + dolce e comunicativo di tutto il mondo... Lei che sfidava la gravità con i suoi voli, le sue camminate sul cornicione del terrazzo, le sue scappatelle sul tetto....lei che sembrava al di sopra di ogni rischio dopo quello che aveva superato...e invece no.
Dicono che i cani ti insegnano ad amare, i gatti a vivere. Penso proprio di sì, almeno lei è stata un'ottima maestra. E' lei la vera guerriera che ho incontrato, piccola, agli occhi di tutti indifesa, ma per me forte, orgogliosa e indipendente. Fatta a modo suo, come me. Per tutti i luoghi comuni il gatto si affeziona alla casa e non al padrone...beh, lei era la gattina gitana, al lago, al mare, in città qualsiasi casa per lei era la sua casa, purchè io fossi con lei. Perchè è facile conquistare l'amicizia di un gatto, ma ci riesci se mostri di meritarne l' onore, non sarà mai il vostro schiavo ma il tuo alleato. E lei era la mia alleata, in simbiosi con me. Arriva qualche secondo prima della sveglia con le sue leccate e fusa, ma mai la domenica e il lunedì di riposo! Tutte le sere davanti la porta ad aspettarmi al ritorno dal lavoro, le coccole che lei faceva a me quando piangevo...e ora che ho voglia di piangere lei non c'è più...grande e vaccinata, ormai ho 31 anni non sono una bambina, ma davanti a certe cose, soprattutto se improvvise si torna tutti bambini....ovvio per tutti era solo un gatto.....lo so, non era tutto per me, ma era tanto. Perchè di una cosa sono sicura: un gatto non vuole che tutto il mondo lo ami, solo quelli che lui ha scelto di amare. E io vedrò bene di fare lo stesso...

3 commenti:

  1. Le famigerate docce fredde della vita...eccone una,una delle peggiori,una di quelle che coinvolge la sfera degli affetti, dei legami,di quelli speciali....
    Ieri sono stati i 20 minuti peggiori che io mai ricordassi da tempo..quelli dove speri che la corsa contro il tempo la vinci tu...e invece no..niente da fare...ecco il gancio nello stomaco...è così punto e basta..ora è il momento della rabbia e del rammarico..dei se...dei ma....e poi si dice "il tempo farà da sè"...

    A chi dice che era solo un gatto? bhe..si sà,ognuno di noi decide quale valore affettivo dare alle cose, viventi o no,persone o animali che siano...di certo è che l'amicizia che si instaura tra uomo e animale,gatto o cane che sia, và al di là di ogni ipotetico confine che l'amicizia possa avere..quel confine che ti legherà per sempre a loro.
    ciao piccola...

    RispondiElimina
  2. www.youtube.com/watch?v=PjAnNM5wbWQ

    RispondiElimina