ON INSTAGRAM

lunedì 24 settembre 2012

L'amico imaginario...

"Attenzione!
Il personaggio o l'oggetto descritto in questa pagina è inesistente.
Proprio come la
fatina dei denti, il cervello dei truzzi, Babbo Natale, la Padania, Pikachu, Dio e il piccolo drago Grisù. Sappiamo che questa sarà un'informazione sconvolgente per molti poveri bambini che credevano fermamente nell'esistenza di una cosa chiamata "Amico immaginario", ma è così."
 
Nonciclopedia
 
 
 
in genere questi brevi post nascono da episodi di vita vissuta, semplici commenti a qcosa di più o meno divertente successo.
Stanotte abbiamo  creato la mamma immaginaria. Per evitare che E si apropriasse del lettone e di ciocche di miei capelli le ho messo nel lettino una mia maglietta usata, ovvio nn quella della corsa, l'avrei stesa all'istante...3 mesi e mezzo per un amico immaginario sono un po' pochi, ma per una mamma immaginaria almeno di notte funziona! Esperimento riuscito, 7 ore di sonno profondo!!!
Così stamattina mi sono incuriosita sul soggetto in questione, quanti di noi ne hanno avuto uno? e quanti continuano ad averlo? e spt chi ora non ne vorrebbe uno...
Per i bambini è una creazione positiva ed è solo un gioco, serve per portare fuori da se tutte quelle emozioni, tensioni e preoccupazioni che possono far parte della vita di tutti i giorni.  E' una cosa infantile, ma a volte si trascina nell'adolescenza e persino nell'età adulta. Che dire che forse avolte anche io ho il mio Wilson all'occorrenza? Non perchè sia a corto di amicizie, ma perchè  è quel tipo di persona che non ti fa mancare mai niente. È un soggetto al quale puoi dire tutto quello che ti passa per la mente, senza rischiare alcuna delusione, cosa che purtroppo oggi troppo spesso è all'ordine del giorno nei rapporti affettivi.
Alla fine è più reale di quanto non sembri, sta sempre con te, ovunque, ma è come se non ci fosse, cosa che solo i veri amici sanno fare. Quelli veri e sinceri, mentre a volte ci sono amici che credi veri e si rivelano solo frutto della tua immaginazione...

Nessun commento:

Posta un commento