ON INSTAGRAM

sabato 19 aprile 2014

un'onda gialla


"Ruba tutti i colori del mondo e dipingi la tela della tua vita
 eliminando il grigio delle paure e delle ansie.


Abbandona i tuoi vecchi abiti mentali e vestiti di allegria."


Omar Falworth, Prendere Tutto il Bello della Vita



Ultimamente le letture in tema corsa stanno aumentando piacevolmente, sia serie come Murakami, sia più leggere come Daniel Fontana, fino ad arrivare a quelle leggerissime di noi comuni mortali, ma che poi sono quelle che ti danno anche le emozioni più forti.

Da poco ho scoperto la Color Run, per chi non la conosce faccio una breve descrizione.

Nasce negli Stati Uniti nel gennaio 2012 per promuovere il benessere e la felicità, dice il sito, sono i 5km più divertenti del pianeta. Si corre in 30 Paesi e 170 città, l'unica regola? Indossare una maglietta bianca alla partenza. 
Ad ogni km si incontrano delle "zone di colore" dove si viene cosparsi di polveri colorate al 100% naturali: energia e divertimento allo stato puro! 

La cosa più bella è il messaggio, non ci sono nè vinti nè vincitori, tanto meno tempi ufficiali o best time o personal best...

La cosa bella è il messaggio che la corsa stessa trasmette: la condivisione e poter fare luci su tempi importanti.  
Dicono che la maggior parte  di chi partecipa alla Color Run lo fa  per celebrare il proprio nuovo modello di vita sana, chi per onorare chi non c'è più o una persona cara che sta combattendo contro una malattia, per altri ancora è la corsa dell'amore, moltissime le proposte di matrimonio all'arrivo.

Ma la corsa per me è proprio questo, condividere il  messaggio stesso che la corsa è.  

La corsa è emozione, è riscatto, è un premio... è la vita stessa.

Perchè come scrive Barrico in uno dei miei libri preferiti, Castelli di Rabbia,
A volte le parole non bastano.
E allora servono i colori.
E le forme.
E le note.
E le emozioni.


Non so se riuscirò un giorno a correre una Color Run, ma so di per certo di aver scelto il colore della mia Personal Color Run: il giallo.
Il 31 maggio alla 10.000 di Bergamo io avrò una maglietta gialla e mi lascerò travolgere da un'onda gialla e contagiare dal sorriso di Ricky

E nonostante io non obblighi mai nessuno a correre, stavolta però lo consiglio vivamente. 

Perchè la corsa e la vita sono anche questo... #lasciarsicontagiaredalsorriso...

Buona Pasqua tutti...

2 commenti:

  1. farò di tutto per partecipare per Ricky e per gli amici runners bergamo, se non come atleta, almeno come volontario di supporto agli organizzatori

    RispondiElimina
  2. Grazie Pietro! mai come in questo caso l'importante è partecipare!!! ;-)

    RispondiElimina