ON INSTAGRAM

giovedì 24 aprile 2014

la rincorsa delle endorfine!

"Il successo non arriva improvvisamente o per caso,
è un processo di crescita,
un'evoluzione a tappe: a volte si fa un salto in avanti,
a volte si torna indietro, per prendere la rincorsa."
Daniel Fontana



Ecco una delle battute iniziali del libro di Daniel Fontana, il neo campione di Ironman 2014 per chi non lo conoscesse. E purtroppo sono ancora in molti a non conoscere nè lui, nè l'Ironman. (Piccola parentesi personale.) Pochi anche quelli che conoscono il triathlon. Che ci vogliamo fare, siamo in un Paese dove o insegui un pallone per prenderlo a calci o difficilmente ti riconoscono. Scusate la vena polemica, ma se non si è capito non sono un'appassionata di calcio, ma soprattutto non sono una simpatizzante di quegli sport dove si fa un gran clamore, un gran strillare peggio che al mercato, dove tutti si sentono allenatori, dove la gente se le suona solo perchè la "fede" calcistica è diversa...
Io sono per la corsa, e si è capito lo so. Sono per quegli sport dove si fa fatica ma non si urla, dove ti emozioni sia a farlo che a guardarlo. Lo so che i tifosi di calcio mi odiano in questo istante, perchè loro si emozionano allo stadio... sarà, ma credo siano pochi fra gli ultrà quelli che davvero si emozionano per la partita in quanto tale... credo che siano molti invece quelli che si emozionano per sfogare la propria rabbia. 
Non parlo a livello di serie A, come non parlo di maratona olimpica, ma mi è capitato di assistere a partitelle della domenica, quelle dove ci sono i papà a guardare i figli e litigare di brutto, e allo stesso tempo partecipare a mezze comunque a livello nazionale dove perfetti sconosciuti si fermavano ad aiutarti se in difficoltà o a spronarti, ad aspettarti pur rinunciando al proprio best time.
Comunque chiudo qui il discorso non è di questo che voglio parlare! Non voglio fare la polemica, anche se so di esserlo. 
Ho finito l'Arte di Correre di Murakami...in una parola, Wow! E ora ho iniziato la novità di Fontana. Oggi sono anche arrivate anche le mie Saucony nuove nuove... insomma stiamo cercando di prepararci al meglio per domenica. Eh già domenica c'è il primo salto in avanti, andiamo oltre gli affezionati 21,097 km. 
Che dire, emozionata? Molto!
Impaurita? Un po'
Terrorizzata? Non ancora.
Incuriosita? Tantissimo!
Sono 3 anni che inseguo questa corsa, il primo anno la guardavo da lontano....stavo ancora preparando la prima Mezza, perciò la vedevo come una cosa impossibile...poi è arrivata ♥ E ♥ e....quest'anno non ci sono scuse! Ci siamo.
E mi sa che l'esordio sulla lunga distanza sarà pure sotto l'acqua. Che dire questa volta potrò portarmi anche io come quelli veri il sacco dell'immondizia (e come suggerito da molti simpatici, vuoto mi raccomando!) anti pioggia e anti vento. E siccome anche l'occhio vuole la sua parte, invece del nero voto quello giallo della plastica. Così con la mia scarica euforica di endorfine... il sole lo porto io!
Sperem... io continuo a sperare nel sole reale, altrimenti le mie endorfine avranno un bel da fare per 26 km!



Nessun commento:

Posta un commento